Salmi/riforma/003

Da Tempo di Riforma.
< Salmi‎ | riforma

Salmiriforma.jpg

I Salmi della Riforma

versione 1999 - Fiume / Iafrate

I Salmi della Riforma, a cura di Emanuele Fiume e Daniele Cristiano Iafrate, Presentazione di Paolo Ricca, Introduzione di Edith Weber,304 pp. Cod. 326-1, Claudiana, Torino

Parole

1. Signore, grido a Te - Scudo Tu sei per me:
Se il mio nemico è forte - E numeroso ancor,
E se l'oppositor - Già cerca la mia morte
Difendi Tu, Signor - Il Tuo servitor
Che invoca Te con fede - Io chiedo a Lui pietà,
E Dio risponderà - Da Sion la Sua sede.
2. L'Eterno mi sostien - In vita mi mantien,
Di nulla avrò timore - Or salvami Signor,
O mio vendicator - E mio consolatore.
O giudice sovran - Colpisca la Tua man
L'esercito degli empi - L'immensa Tua bontà
Sul popol Tuo sarà - Ovunque in tutti i tempi.

Versione antica

1. O quanti, quanto rei - Son li nemici miei
O Creatore mio! Che dicono di me:
Per lui non v'è mercé - Appresso l'alto Dio;
Ma pure Tu, Signor - Qual scudo pien d'amor
Mi cingi Tu d'intorno - Mi rendi glorioso,
Mi fai valoroso - M'innalzi ciascun giorno.
2. A Te Signor gridai - E Tu risposto m'hai
Dal monte Tuo santo - Quieto mi riposai
E lieto mi svegliai - Perché mi sei a canto.
Certo non temerei - Mille nemici miei
Se fossi circondato: - Deh! Sorgi Tu Signor!
E salva questo cuor - Che sempre t'ha lodato.
3. Tu domator dei rei - Hai dei nemici miei
Percossa la mascella - E dei maldicenti
Rompesti li denti - Punisci la favella.
A Te grande Signor - E gran Padre d'amor
Salvarci sol conviene - Se Tu ci benedì
Felici ciascun dì - Godiamo d'ogni bene.


Link alla musica

Spartito