Salmi/alleluia/020

Da Tempo di Riforma.

Alleluia.png

Selezione dall'innario "Alleluia" (1959)

"Raccolta di Salmi, Inni e Canti per le Chiese Evangeliche, A.M.E.I. La Spezia, stampata a Torino nel 1959". I Salmi (i testi prevalentemente sono quelli di Agide Pirazzini con le musiche dell'Arpa davidica, 1919, revisionati da Enrico Paschetto)

Signor mio Re, lodarti voglio ognora (Salmo 145)

A. Pirazzini,E. Paschetto, W. F. Sherwin Dall'innario "Alleluia" (1959), n. 20.

1. Signor, mio Re, lodarti voglio ognora
E il Nome Tuo in eterno benedir!
Grande Tu sei, di somma lode degno:
La Tua grandezza chi potrà ridir?
2. Dicono gli evi, cantano i millenni
Dell'opre Tue la gloria e la maestà;
Ed io, Tuo servo, a tutti vo' annunziare
La Tua magnificenza e la bontà.
3. La Tua giustizia lieti noi cantiamo,
Di Te che a tutti buono sei, Signor,
Pieno di grazia e all'ira sempre lento,
Ricco in bontade verso il peccator.
4. Diranno l'opere Tue Tua gloria, o Dio,
E la sapienza Tua e il Tuo poter;
E i santi Tuoi cantando annunzieranno
Le meraviglie Tue nel mondo inter.
5. Per tutti gli evi saldo è il regno Tuo
E il Tuo dominio per l'eternità;
La mano Tua sostiene quei che cade,
E al debol forza la Tua grazia dà.

Base musicale

Spartito