Catmagwest/catmagwest194

Da Tempo di Riforma.
< Catmagwest
Versione del 2 mag 2018 alle 07:45 di Pcastellina (Discussione | contributi) (Creata pagina con "D/R 193 - indice - D/R 195 '''194. Per che cosa preghiamo nella quinta petizione?''' '''Nella quinta...")

(diff) ← Versione meno recente | Versione attuale (diff) | Versione più recente → (diff)

D/R 193 - indice - D/R 195

194. Per che cosa preghiamo nella quinta petizione?

Nella quinta petizione (che è: "E perdonaci i nostri debiti, come anche noi perdoniamo ai nostri debitori" [1265]), riconoscendo che noi e tutti gli altri siamo colpevoli sia del peccato originale che di peccati attuali, e che quindi siamo debitori di fronte alla giustizia di Dio; e che né noi, né qualsiasi altra creatura, possiamo ripagare (rendere soddisfazione), neanche minimamente, quel debito [1266], noi preghiamo per noi stessi e per gli altri a che Dio voglia, per la sua grazia liberale, attraverso l'ubbidienza e la soddisfazione di Cristo, compresa ed applicata per fede, assolverci sia dalla colpa e dal castigo del peccato [1267], che ci accolga nel suo Beneamato [1268]; che continui a manifestare verso di noi il suo favore e la sua grazia [1269], che ci perdoni ogni giorno le nostre cadute [1270] e che ci riempia di pace e di gioia nel darci, giorno per giorno, sempre maggiore certezza di perdono [1271]; del quale noi siamo vieppiù arditi nel chiedere ed incoraggiati ad aspettarci, quando abbiamo in noi stessi questa testimonianza, e tutto questo affinché noi, di tutto cuore, similmente pure perdoniamo agli altri i loro debiti [1272].

[1265] Matteo 6:12; [1266] Romani 3:9-22; Matteo 18:24-25; Salmo 130:3-4; [1267] Romani 3:24-26; Ebrei 9:22; [1268] Efesini 2:6-7; [1269] 2 Pietro 1:2; [1270] Osea 14:2; Geremia 14:7; [1271] Romani 15:13; Salmo 51:7-10,12; [1272] Luca 11:4; Matteo 6:14-15; Matteo 18:35.


Q. 194. What do we pray for in the fifth petition?

A. In the fifth petition, (which is, Forgive us our debts, as we forgive our debtors,[1265]) acknowledging, that we and all others are guilty both of original and actual sin, and thereby become debtors to the justice of God; and that neither we, nor any other creature, can make the least satisfaction for that debt:[1266] we pray for ourselves and others, that God of his free grace would, through the obedience and satisfaction of Christ, apprehended and applied by faith, acquit us both from the guilt and punishment of sin,[1267] accept us in his Beloved;[1268] continue his favour and grace to us,[1269] pardon our daily failings,[1270] and fill us with peace and joy, in giving us daily more and more assurance of forgiveness;[1271] which we are the rather emboldened to ask, and encouraged to expect, when we have this testimony in ourselves, that we from the heart forgive others their offenses.[1272]