Catmagwest/catmagwest165

Da Tempo di Riforma.
< Catmagwest
Versione del 28 apr 2018 alle 19:28 di Pcastellina (Discussione | contributi)

(diff) ← Versione meno recente | Versione attuale (diff) | Versione più recente → (diff)

D/R 164 - indice - D/R 166

165. D. Che cos’è il battesimo?

R. Il battesimo è un sacramento del Nuovo Testamento comandato da Cristo, nel quale il lavare con acqua nel nome del Padre, e del Figlio, e dello Spirito Santo [1058], assume il significato di segno e suggello dell’innesto in Lui [1059], della remissione dei peccati per mezzo del Suo sangue [1060], della Rigenerazione per mezzo del suo Spirito [1061], dell’Adozione [1062] e della risurrezione a vita eterna [1063]. Con esso i battezzandi sono solennemente ammessi nella Chiesa visibile [1064] ed entrano in un aperto e professato impegno ad appartenere completamente e soltanto al Signore [1065].

[1058] Matteo 28:19; [1059] Galati 3:27; [1060] Marco 1:4; Apocalisse 1:5; [1061] Tito 3:5; Efesini 5:26; [1062] Galati 3:26-27; [1063] 1 Corinzi 15:29; Romani 6:5; [1064] 1 Corinzi 12:13; [1065] Romani 6:4.


Q. 165. What is baptism?

A. Baptism is a sacrament of the New Testament, wherein Christ hath ordained the washing with water in the name of the Father, and of the Son, and of the Holy Ghost,[1058] to be a sign and seal of ingrafting into himself,[1059] of remission of sins by his blood,[1060] and regeneration by his Spirit;[1061] of adoption,[1062] and resurrection unto everlasting life;[1063] and whereby the parties baptized are solemnly admitted into the visible church,[1064] and enter into an open and professed engagement to be wholly and only the Lord’s.[1065]


Commento

Il Battesimo è un'azione mediante la quale un ministro di Cristo esegue il gesto rituale di lavare una persona con acqua nel nome di Dio Padre, Figlio e Spirito Santo.

Modalità. Il modo in cui viene usata l'acqua nel Battesimo non è cosa essenziale al significato del sacramento stesso, La quantità d'acqua da usarsi e la maniera con la quale essa viene applicata al battezzando non è cosa che la Scrittura regolamenti. Durante la storia della Chiesa cristiana sono stati usate per il battesimo tre diverse modalità: l'effusione (il versare l'acqua sul capo del battezzando) oppure spruzzarla, o anche l'immersione nell'acqua. La Confessione di fede di Westminster afferma: "Non è necessario immergere una persona nell’acqua, ma il battesimo potrà essere giustamente amministrato versando o spruzzando l’acqua sulla perso­na" (28:3). Da notarsi come la Confessione non dica che l'immersione sia sbagliata ma solo che non è indispensabile, non è essenzialmente necessaria. Non dice nemmeno che spruzzare o versare l'acqua sia l'unica modalità ammissibile per il Battesimo, ma solo che spruzzare o versare sono modalità ugualmente legittime. Spruzzare, versare o immergere costituiscono amministrazioni ugualmente valide del sacramento del Battesimo.

L'etimologia non è determinante. Non è corretto dire che il termine greco per "battesimo" equivalga in ogni caso ad "immersione". Nell'uso che ne fa il Nuovo Testamento, il verbo greco baptizo significa "lavare", come può essere notato in Marco 7:4 ("quando tornano dalla piazza non mangiano senza essersi lavati. Vi sono molte altre cose che osservano per tradizione: abluzioni di calici, di boccali e di vasi di bronzo e di letti") ed Ebrei 9:10 ("perché si tratta solo di cibi, di bevande e di varie abluzioni"). Qui si parla, ad esempio, del "battesimo" di vasi e letti e supporre che questo venisse fatto per immersione sarebbe assurdo. Sostenere che baptizo e baptismos nel loro uso neotestamentario significhi soltanto "immergere" ed "immersione" non regge ad uno scrutinio attento dei testi dove ricorre questa parola. L'etimologia non determina il significato che una parola assume nel corso del tempo.

Significato essenziale. Essenzialmente "battesimo" significa unione esistenziale con Cristo, e, in generale, esso indica tutti i benefici che Cristo dona al Suo popolo, in modo particolare e diretto il fatto che Egli ci lava dai nostri peccati e ci fa rinascere per la potenza dello Spirito Santo.

Innesto. Essere "innestati" in Cristo significa essere portati in comunione vitale con Lui, come si innesta un portinnesto con un nesto (vedi qui) producendo così un'unione vitale di esso con l'albero madre, dal quale riceve nutrimento e forza. Così avviene per il credente che vive in unione con Cristo e dal quale riceve i benefici della grazia di Dio.

La remissione dei peccati. Il Battesimo è segno e suggello della remissione dei peccati attraverso il sangue versato da Cristo sulla croce. Così come nella vita ordinaria l'acqua viene usata per rimuovere lo sporco, così, nel piano della salvezza, il sangue di Cristo purifica il Suo popolo dai loro peccati. Si tratta, naturalmente, di un'espressione figurata. "Sangue di Cristo" sta per la morte di Cristo in croce sulla quale è stato versato il Suo sangue. Quando la Bibbia ci dice che il sangue di Cristo ci lava da ogni peccato, significa che Dio perdona i nostri peccati e ci santifica applicando alla nostra persona l'efficacia di ciò che Cristo ha compiuto morendo in croce che è la base della nostra redenzione. Il Battesimo è il segno esteriore, il suggello, della realtà di ciò che Cristo ha compiuto. Vi può certo essere perdono dei peccati senza battesimo, così come vi può essere un battesimo formale che non sia manifestazione di autentica fede. Dove, però, il Battesimo è amministrato rettamente, esso suggella, e quindi implica, il perdono dei peccati.

Rigenerazione. La fede evangelica riformata condanna come errata quella dottrina che afferma come il Battesimo produca di per sé stesso la rigenerazione spirituale di cui parla in Nuovo Testamento. Chi sostiene che il Battesimo in quanto tale produca nel battezzando la sua rigenerazione spirituale o addirittura che "cancelli il peccato originale", di fatto confonde il segno con la cosa significata. Il testo che talvolta si adduce per sostenere il concetto di "rigenerazione battesimale", cioè Tito 3:5 ("egli ci ha salvati non per opere giuste da noi compiute, ma per la sua misericordia, mediante il bagno della rigenerazione e del rinnovamento dello Spirito Santo") parla di "bagno della rigenerazione", non di "rigenerazione del bagno" (o battesimo), che è cosa molto diversa. Non veniamo rigenerati da questo "bagno" (battesimo), ma siamo purificati, rigenerati dall'opera dello Spirito Santo della quale il Battesimo è segno, simbolo, suggello.

Adozione. Il Battesimo è pure segno e suggello che il credente (o il bimbo battezzato a cui lo si promette) riceve la grazia di essere adottato nella famiglia di Dio come figlio legittimo, che in Cristo diventa figlio adottivo di Dio e fratello di Gesù, il Figlio unigenito di Dio. Il Battesimo è segno e suggello di questa adozione.

Risurrezione a vita eterna. Il Battesimo è segno e suggello che, grazie a Cristo, il credente riceve la grazia che pure lo renderà partecipe della risurrezione e della vita eterna, quella stessa che ha avuto per protagonista Cristo. Il Battesimo indica la partecipazione del battezzando alla morte e risurrezione di Cristo proclamando come in Cristo egli muoia ad una vecchia vita e rinasca ad una nuova. L'immersione-emersione dall'acqua non è necessariamente implicata nei testi che ne parlano come Romani 6:3-5.

Membri della Chiesa. Il Catechismo mette in evidenza come "Con esso i battezzandi sono solennemente ammessi nella Chiesa visibile". Il battesimo è segno e suggello dell'essere membri della Chiesa visibile. Si potrebbe porre la questione: "Si è battezzati perché si è membri della Chiesa, oppure si è membri della Chiesa perché si è battezzati?". I Canoni di Westminster indicano come i sacramenti siano per coloro che già sono membri della Chiesa. Le persone che agli occhi di Dio sono membri della Chiesa visibile in forza del patto che li lega a Dio (come nel caso del battesimo dei figli di credenti in forza del patto che lega le famiglie cristiane a Dio), o in forza della loro professione di fede in Cristo ed ubbidienza a Lui (nel caso degli adulti), sono pubblicamente e formalmente riconosciuti come membri della Chiesa attraverso il sacramento del Battesimo. Attraverso il battesimo le persone battezzate (sia adulti che bambini) sono pubblicamente riconosciute non solo come membri della Chiesa visibile in generale, ma di quella particolare comunità della Chiesa visibile alla quale essi partecipano.

Nel caso di adulti battezzati essi "entrano in un aperto e professato impegno ad appartenere completamente e soltanto al Signore". Nel caso dei bambini questo impegno è preso da coloro che li rappresentano e che essi in seguito confermeranno oppure no. È fatto obbligo ai genitori e tutori cristiani di istruire debitamente i loro figli nella fede cristiana, di dare loro l'esempio di autentico discepolato cristiano e di pregare per loro. Il fatto che il Battesimo non solo rappresenti la grazia di Dio in Cristo ma ci imponga degli obblighi, è oggi spesso sottovalutato. Il Battesimo non solo suggella benedizioni di Dio, ma implica dei voti solenni, degli impegni e delle responsabilità precise.